Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’industria della moda c’è e lotta insieme a noi (7,3 miliardi di surplus in 5 mesi)

Industria della moda? Presente. I dati Istat dei primi 5 mesi del 2014 parlano chiaro: le imprese del sistema tessile e abbigliamento, insieme alla filiera pelle-accessori, hanno messo a segno un surplus dell’interscambio di 7,3 miliardi, di cui quasi 3,7 miliardi relativi appunto a borse, scarpe e dintorni. E’ il miglior risultato dopo quello di macchine, saldamente al primo posto, e mezzi di trasporto (esclusi autoveicoli).

L’incidenza del sistema moda sul totale dell’export italiano nei primi 5 mesi è dell’11,5% e gli incrementi messi a segno nel periodo dai singoli segmenti sono +5,1% per l’abbigliamento, +4,6% per gli articoli in pelle, +3,8% per i prodotti tessili (se vi sembra di notare incongruenze, ricordatevi che la classificazione Istat fa venire il mal di testa).

Certo il mese di maggio è andato meno bene per il tessile (-2,4%) e meglio soprattutto per l’abbigliamento (+5,1%), ma comunque il segno positivo continua a esserci per la totalità del settore (+1,4%), anche se in rallentamento a causa di un contesto internazionale che non può certo dirsi semplice.

Dunque, l’industria della moda è viva e lotta insieme a noi, insieme al Paese, insieme alle centinaia di migliaia di addetti che lavorano nelle aziende, soprattutto medie e piccole, costrette a fare i conti con tutto ciò che ostacola ogni giorno, direi quasi ogni minuto, il loro percorso per stare (almeno) a galla.

A quando una seria e concreta politica industriale di tutela e valorizzazione di queste competenze?

 

  • Paola Bottelli |

    @gigio e @tutti, anche Paola è viva e lotta insieme a voi sotto la pioggia

  • Max B |

    Partito Italiano LibertiTutti

  • Danijela R. |

    @biba anche scervino fa delle cosine magnifiche, ma non mi risulta che i numeri lo sian altrettanto… la mia domanda non era riferita al versante creative/talent (ove non si discute la competenza di B.F.!), bensì a quello che dovrebbe venire dopo: il business.
    Se non erro il 70% del fatturato OTB è dato dal primo brand, il resto dagli altri, inoltre V&R è stato abbondantemente svalutato… ma magari ricordo male… [e poi, nel percorso V&F ci fu un certo profumo “Lola” (o lolita)…su cui @gigio saprebbe certamente dirci qualcosa]
    Inoltre V&R risale ai primi anni ’90, ITS ai primi 2000…

    @gigio e Max B non è che Renzi abbia inteso che il PIL stia per Partito Italiano L.. qualcosa.. ?!?!

  • Max B |

    @Gigio : PIL ? che strano animale è questo ? dove vive ? ..non in Italia credo…

  • Biba@Bremen |

    @gigio
    materasso corazzato

  Post Precedente
Post Successivo